Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Waitomo Glowworm Caves, Nuova Zelanda: le grotte con il cielo stellato

Avete mai visto un cielo stellato all’interno di una grotta? No, non sono impazzita! Esiste davvero e non c’è nulla di artificiale, per vederlo di persona dovete andare in Nuova Zelanda, alle Waitomo Glowworm Caves.

La Nuova Zelanda è terra di tantissime bellezze naturali: dagli splendidi laghi alle foreste che si estendono a vista d’occhio, dalle montagne scoscese alle verdi distese. Ma queste grotte sono una delle attrazioni più rinomate e particolari del Paese, nella Nuova Zelanda settentrionale.

Contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Cosa sono le Waitomo Glowworm Caves?

    Le Grotte di Waitomo sono famose per la miriade di piccole luci scintillanti sulle pareti scure della caverna che creano uno spettacolo unico al mondo!

    Ma come è possibile questo fenomeno?

    Le Waitomo Caves sono abitate da una rarissima specie di insetti bio-luminescenti, i glowworms appunto.

    Al contrario di quanto potrebbe suggerire la parola inglese, queste piccolissime “lucciole” non sono dei veri e propri vermi ma delle larve di moscerini luminescenti, queste stanno attaccate al soffitto delle grotte e sono così numerose che al buio sembra di stare sotto un cielo stellato!

    Il tutto è tanto romantico quanto disgustoso: queste piccole e fameliche larve sono “carnivore“, restando appese sul soffitto della grotta, fanno colare dei sottili fili di bava che usano per catturare i moscerini. I moscerini vengono attratti dalla luce blu-verdina che emettono le larve e restano incastrati nei fili di bava.

    Dopo aver trascorso otto mesi in stato di larva l’insetto si trasforma in crisalide e dopo due settimane diventa un moscerino, il cui unico scopo è l’accoppiamento… dopo 48 di accoppiamento il maschio muore, la femmina depone migliaia di uova poi muore anche lei. Le prime larve che nasceranno dalle uova saranno affamate e divoreranno le altre uova non ancora schiuse, così inizieranno a brillare e a calare fili di bava in attesa delle loro prime vittime e così via…

    Ma ecco la parte migliore… la bellissima luce che emettono e che fa somigliare il soffitto della grotta alla Via Lattea altro non è che il prodotto dell’apparato escretore delle larve… in poche parole la loro cacca! Poesia pura!
    Le grotte erano già note da tempo al popolo Neozelandese che però non si era mai addentrato così a fondo fino a quando, nel 1887, Tane Tinorau, Capo Maori locale, e Fred Mace, un geometra inglese, le esplorarono per la prima volta.
    Il termine “Waitomo” deriva dalla lingua Maori ed è composto da 2 parole: “Wai” che significa acqua, e “Tomo”, che significa Cavità. 
    All’interno delle grotte infatti scorre un fiume e per navigarlo i due dovettero costruire un’apposita zattera fatta con steli di lino. 
    L’ingresso superiore, quello attualmente utilizzato per i tour guidati delle grotte e da cui entriamo anche noi, fu scoperto successivamente.

    Dove si trovano le Waitomo Glowworm Caves?

    Le Waitomo Glowworm Caves si trovano nella Nuova Zelanda del Nord a circa 2 ore e mezza da Auckland, nella regione del King Country

    La zona è davvero meravigliosa, piena di verde e di quei paesaggi mozzafiato tipici del Paese.

    Come arrivare

    Così come per Hobbiton, anche per le Waitomo Caves avete diverse possibilità partendo da Auckland:

    – potete acquistare il pacchetto dell’escursione giornaliera tramite agenzie di viaggio o tour operator, spesso questi pacchetti includono la visita di più attrazioni; 

    – se volete essere più autonomi potete acquistare i biglietti del bus sul sito web della compagnia Intercity

    – oppure potete noleggiare un’auto, provando l’ebrezza di guidare dal lato opposto. Noi abbiamo preferito prendere un’auto a noleggio, sia perché amiamo gli on the road che per non essere condizionati dagli orari dei mezzi pubblici.

    La nostra esperienza alle Waitomo Glowworm Caves

    Tutti i tour delle Glowworm Caves sono guidati: si può scegliere di fare l’escursione con la barca oppure, per i più temerari, c’è il rafting

    Noi per motivi di tempo abbiamo scelto la prima opzione, ma ci siamo ripromessi di attraversarle in rafting alla prossima occasione!

    Il nostro tour delle grotte inizia alle 12.30 e dura circa 45 minuti, la giuda ci racconta brevemente la storia di come sono state scoperte e siamo finalmente pronti per entrare.

    Le grotte non sono enormi ed il percorso è sicuro e ben illuminato, quasi subito incontriamo le prime stalattiti e stalagmiti ed iniziamo a fantasticare sulle loro forme: c’è quella che sembra un cammello, c’è la famiglia col bambino e c’è anche quella che somiglia al kiwi, il celebre uccello simbolo della Nuova Zelanda.

    barchetta che esce dalla grotta di Waitomo Caves in Nuova Zelanda

    Passiamo poi alla Cattedrale, così chiamata perché è la zona più alta delle grotte, per la sua ottima acustica molti cantanti neozelandesi hanno scelto questa location per esibirsi.

    Qui la guida ci spiega tutto sull’attrazione principale del luogo: i glowworms e, dopo aver seguito appassionati questo racconto avvincente ci dirigiamo verso una zona della grotta illuminata dove possiamo vedere da vicino i filamenti di bava che pendono dal soffitto.

    Finalmente è arrivato anche per noi il momento di goderci lo spettacolo: saliamo su una piccola barchetta ed in silenzio, al buio della grotta, ammiriamo migliaia e migliaia di lucine sopra di noi, un’esperienza unica ed imperdibile!

    Anche se il giro in barca dura soltanto 10 minuti, vi garantisco che vale il prezzo di tutto il tour.

    Travel Tips

    Non è obbligatorio prenotare prima il tour di queste grotte ma, se il vostro itinerario è a tappe serrate e non volete rischiare di perdere troppo tempo, potete prenotarlo direttamente sul loro sito ufficiale delle Waitomo Glowworm Caves cliccando qui
    Qui potrete scegliere diversi tour con prezzi e durata differenti in base alle vostre preferenze. Il nostro tour di 45 minuti è costato 55 NZD a persona.
    In alternativa, sempre per evitare le code alla biglietteria d’ingresso, potete anche acquistare il biglietto al Waitomo Cave Village.

    Lo spazio all’interno delle grotte è abbastanza ampio, l’escursione è molto semplice ed è fattibile anche per chi soffre di claustrofobia.
     
    Durante la visita non è consentito fare foto o video: è l’occasione giusta per godersi appieno questa esperienza unica!
    Per restare sempre aggiornati sulle nostre nuove avventure
    e ricette dal mondo seguiteci su:
    Instagram 👉 claudiaswonderworld

    “Le foto presenti in questo articolo sono di proprietà degli utenti o acquistate da banche immagine”

    Lascia un Commento